LATTE ALTERNATIVO: IL LATTE DI RISO

Dalla Dietista del Centro, Raffaella Bosisio

Chiamata erroneamente latte, la bevanda di riso nasce probabilmente in Giappone verso il 250 a.c. Nota come Amazake, veniva consumata calda e raccomandata per le sue proprietà defatiganti e tonificanti. È divenuta all’improvviso richiestissima perché rispetta i dettami della dieta vegana. Si ottiene facendo macerare i chicchi di riso in acqua e, aggiungendovi enzimi specifici (amilasi), si separano i residui dalla parte liquida con l’aiuto di un decanter; si filtra quindi il liquido ottenuto per ottenere una bevanda omogenea. Ricca di carboidrati, la bevanda è completamente priva di lattosio risultando così adatta agli intolleranti a questo zucchero. Al contrario del latte vaccino, è povera di proteine e di vitamine (B12 e vitamina D) e povera altresì di calcio. Il latte di riso è inoltre privo di colesterolo e ricco di acidi polinsaturi. Molto spesso, per risolvere tutte o talune di queste carenze, si trovano in commercio delle bevande che vengono appositamente addizionate dei nutrienti mancanti.

100 ml latte di riso. Kcal 70; carboidrati 15 g; proteine 0.3 g; lipidi 1 g (saturi 0.1 g, polinsaturi 0.6 g, monoinsaturi 0.3 g); fibra 0.03 g.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.