IL GRANO SARACENO

Dalla Dietista del Centro, Raffaella Bosisio

Comunemente considerato un cereale, il grano saraceno appartiene alla famiglia delle Poligonacee. Ha origini antichissime, ma in Italia arriva solo nel XV secolo quando inizia la sua coltivazione soprattutto nelle zone alpine. Le sue caratteristiche nutrizionali sono molto peculiari: infatti il grano saraceno si può definire una via di mezzo tra i legumi e i cerali. Le proteine presenti hanno un buon valore biologico essendo ricche in amminoacidi essenziali: lisina, treonina, triptofano e amminoacidi solforati. Non contiene glutine e quindi può essere consumato anche dai celiaci. Ricco di sali minerali, presenta una buona quantità di antiossidanti come la rutina, e di flavonoidi come la vitexina e l’isorientina. Molti studi sono stati svolti in Cina dove diverse etnie hanno fatto del grano saraceno un importante alimento nella dieta quotidiana. Si è dimostrato come, in queste popolazioni, il livello di colesterolo LDL nel sangue rimanga di valori particolarmente modesti. Ricco di fibra insolubile, secondo uno studio pubblicato sul Journal of Gastroenterology, con un’assunzione costante può ridurre il rischio di formazione di calcoli biliari.

LA RICETTA. Crêpes di grano saraceno con salmone affumicato

Ingredienti (per 4 persone): 120 g. di farina di grano saraceno, 30 g. di farina 00, 120 ml di latte, 120 ml di acqua, 1 uovo, 1/2 cucchiaino di sale. Per la farcitura 200 g. di salmone affumicato. Unire le due farine, l’uovo, il sale e versare a filo il latte e l’acqua fino a ottenere una pastella liscia. Lasciare riposare in frigorifero per mezz’ora. Scaldare una pentola antiaderente e cuocere le crêpes. Farcirle con il salmone affumicato. Buon appetito!

Kcal (per porzione): 242,6. Proteine: 18,83 g. Lipidi: 4,86 g; saturi 1,2 g; insaturi 1,04 g; monoinsaturi 1,71 g. Carboidrati: 32,91 g. Fibra 0,99 g.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.