CONFORT FOOD: IL TIRAMISÙ

Dalla Dietista del Centro, Raffaella Bosisio

È un dolce assai apprezzato, famoso in tutto il mondo. Composto da biscotti savoiardi imbevuti di caffè e ricoperti da crema al mascarpone, certamente non difetta in calorie. Ogni regione d’Italia ha cercato di attribuirsi la paternità di questo dolce, con nomi differenti e varianti degli ingredienti. In Toscana è detto “la zuppa del duca”, a Torino “il dolce di Torino”, ma le regioni più agguerrite sono Veneto e Friuli Venezia Giulia: dopo anni di ricerche, si è stabilito che la nascita di questo dolce è avvenuta in Friuli, nel comune di Pieris di San Canzian (Go) o in quello di Tolmezzo (Ud), per opera di Mario Consolo chef del ristorante “Vetturino”. La ricetta formalmente registrata presso un notaio, dopo la seconda guerra mondiale, è stata chiamata “tiramesu”. La querelle non è finita perché la regione Veneto attribuisce la nascita di questo dessert al ristorante “Le Beccherie” di Carlo Campeol di Treviso. Attualmente questa città veneta sta allestendo un museo dedicato al Tiramisù, con uno sportello per la raccolta di tutte le ricette popolari legate a questo dolce.

100 gr. di Tiramisù. Kcal 411; carboidrati 33.5 gr; proteine 13.2 gr; lipidi 25.8 gr (saturi 14.32 gr; polinsaturi 1.27 gr; monoinsaturi 8.2 gr); fibra 7.50 gr.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.