GLI ADDITIVI ALIMENTARI: I COLORANTI

Dalla Dietista del Centro, Raffaella Bosisio

Gli additivi alimentari sono sostanze largamente impiegate nell’industria alimentare. Tra di essi i coloranti vengono utilizzati in molte preparazioni per migliorare le qualità sensoriali degli alimenti. E’ in uso esaltare la colorazione originale di determinati prodotti per renderli più appetibili agli occhi dei consumatori. In alcuni alimenti è proibito aggiungere coloranti proprio per non mascherare la scadente qualità di un prodotto. Si possono suddividere in naturali e artificiali. Erroneamente si pensa che i primi siano totalmente innocui, godendo senso comune popolare di istintiva propensione; in effetti, sono meglio tollerati rispetto a quelli di sintesi, che invece sono spesso preferiti dalle industrie per la migliore stabilità all’ossidazione. EFSA (Agenzia Europea per la sicurezza degli alimenti) insieme a FAO e OMS (a livello internazionale) valutano la sicurezza di tutte le sostanze coloranti. Per convenzione tutti gli additivi sono contrassegnati dalla lettera E alla quale fa seguito un numero distintivo: in particolare, i coloranti vengono contrassegnati con sigle da E100 a E180.

Coloranti. E100-109 gialli; E110-119 arancione; E120-129 rossi; E130-139 blu violetti; E150-159 marroni neri; E160-180 altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.