CONTARE I PASSI MANTIENE IN SALUTE

Le persone che contano i passi quotidianamente sono più attive e hanno meno probabilità di sviluppare problemi di salute che conducono a eventi come attacchi cardiaci o fratture. I ricercatori della St George’s University di Londra hanno reclutato 1.297 individui (età 45-75 anni), la metà dei quali era stata assegnata a rilevare il numero di passi con un contapassi per un periodo di 12 settimane. Tre-quattro anni dopo, i partecipanti che avevano utilizzato i contapassi avevano meno di probabilità di riportare una frattura (-44%) e di avere un grave evento cardiovascolare come un attacco cardiaco o un ictus (-66%).
I contapassi possono essere utili per monitorare l’attività fisica perché forniscono dati oggettivi sull’attività svolta e possono essere usati per creare obiettivi realistici per aumentare gradualmente la camminata.

PLoS Med (IF=11.408) 16:e1002836,2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.