DONNE IN MENOPAUSA: SE IL PUNTO VITA SI ‘ALLARGA’, AUMENTA IL RISCHIO DI INFARTO

È ben noto che il peso eccessivo aumenta il rischio di patologie cardiache. L’obesità provoca disfunzione endoteliale e insulino-resistenza, facilita l’aterosclerosi coronarica e si accompagna spesso a ipertensione e diabete, altri due fattori di rischio cardiovascolari potentissimi. Recentemente è stato dimostrato che non sono solo o non tanto i chili in eccesso a rappresentare un pericolo, quanto la loro distribuzione. E il grasso viscerale, quello che contribuisce all’allargamento del punto vita, è il più pericoloso ai fini del rischio di infarto.
Tra le tante alterazioni che accompagnano la menopausa c’è purtroppo anche l’allargamento della circonferenza vita, che si va a sommare alla perdita dell’ombrello protettivo degli estrogeni contro le malattie cardiovascolari. Fino alla menopausa l’incidenza di patologie cardiovascolari nelle donne è inferiore a quella degli uomini; in età post-menopausale le donne pareggiano i conti con gli uomini e addirittura superano le controparti maschili.
Lo studio KoROSE (KoRean wOmen’S chest pain rEgistry) è stato condotto su 659 donne coreane di età superiore ai 55 anni e sottoposte ad angiografia coronarica per sospetta coronaropatia. 311 di esse aveva in effetti una coronaropatia ostruttiva (CO, stenosi coronarica ≥50%). La presenza di CO è risultata significativamente maggiore tra le donne con una obesità di tipo centrale, definita da una circonferenza vita ≥85 cm, rispetto alle donne con circonferenza vita normale (55% vs 41%). Al contrario, non è stata riscontrata alcuna differenza nell’indice di massa corporea (BMI) tra donne con o senza CO.
I risultati di questo studio sono consistenti con quanto già sappiamo degli effetti deleteri dell’obesità centrale. Non tutto il grasso è uguale e l’obesità centrale è particolarmente pericolosa perché si associa a un aumentato rischio di patologie cardiache. Individuare le donne con un eccesso di grasso addominale, anche in presenza di un BMI normale, è molto importante per invitarle a implementare gli interventi su uno stile di vita salutare.

Menopause (IF=2.942) 2019 Aug 26. doi: 10.1097/GME.0000000000001392.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.