I CEREALI: IL RISO

Dalla Dietista del Centro, Raffaella Bosisio

Dopo il grano è il cereale più diffuso sulla terra: 6 persone su dieci si nutrono di riso. E’ una pianta annuale appartenente alle graminacee (Oryza). L’Oryza sativa si è differenziata in tre sottospecie: l’Indica, da cui derivano i Basmati, la Javanica, coltivata in Indonesia e la Japonica dalla quale sono derivate le varietà italiane. La riseria italiana è la più importante d’Europa con una produzione di 13 milioni di quintali. Numerose sono le qualità pregiate: Carnaroli, Vialone Nano, Arborio, Baldo, Roma, Sant’Andrea. Il riso come tutti i cereali ha un alto contenuto di carboidrati: 80.4 g ogni 100 g. Le proteine sono pari a 6.7 g/100 g, con una carenza di lisina, che può essere compensata con il giusto accostamento ad altri alimenti. È sempre meglio preferire il riso integrale, non solo per la quantità di fibra ma anche perché non subendo il processo della brillatura, i pochi grassi polinsaturi vengono conservati all’interno del chicco.

LA RICETTA. Riso africano

Ingredienti (4 persone): 400 g. di riso Carnaroli, 4 cipolle, 60 g. di uvetta,100g. di pistacchi salati, 4 semi di cardamono, 1 cucchiaino di curry, 3 cucchiai di olio extravergine, un litro di brodo vegetale.
Affettare una cipolla e farla appassire con un goccio di brodo. Aggiungere il riso e farlo tostare, quindi cuocerlo con il brodo. A metà cottura aggiungere l’uvetta , i pistacchi, i semi di cardamono e il curry. Nel frattempo imbiondire le restanti cipolle con qualche cucchiaio di brodo. Versare il riso in un piatto da portata e condirlo con l’olio. Mettere le cipolle in una salsiera e servire con il riso.

Kcal (per porzione): 657,66. Proteine: 12,74 g. Lipidi: 24,99 g; saturi: 2,92 g; insaturi: 3,50 g; monoinsaturi: 16,49 g. Carboidrati: 97,25 g. Fibre: 4,84 g.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.