LE PORZIONI

Dalla Dietista del Centro, Raffaella Bosisio

La quantità di cibo che ogni individuo deve assumere per mantenersi in buona salute dipende dall’età, dal sesso e dall’attività fisica svolta. Una corretta alimentazione prevede un apporto calorico bilanciato, ma nella vita quotidiana non sempre è possibile controllarci al meglio. Molto spesso, vuoi per allietare le nostre occasioni conviviali oppure semplicemente per soddisfare la nostra golosità, mangiamo quantità di cibo maggiori di quelle che servono. Ma quanto si deve mangiare? Come possiamo capire se esageriamo nella quantità o qualità di alimenti? La SINU (Società italiana di Nutrizione Umana) ha quantificato in apposite tabelle le porzioni dei vari gruppi di alimenti, intendendo come porzione “la quantità standard di alimento espressa in grammi assunta come unità di misura da utilizzare in una alimentazione equilibrata”. Ovviamente una variazione di pochi grammi non incide significativamente sul nostro bilancio energetico (ad esempio un uovo può pesare 55 o 65 grammi secondo la grandezza). Abituarsi a valutare il peso degli alimenti porta a non sottostimare quello che realmente mangiamo e a renderci più consapevoli del valore degli alimenti.

Fonte SINU (Società Italiana Nutrizione Umana) – LARN 2014 (Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.