IL CEDRO: LA RICETTA

Dalla Dietista del Centro, Raffaella Bosisio

Il consumo di cedro come frutto abituale è poco diffuso; l’utilizzo più frequente infatti avviene con l’impiego in pasticceria dei suoi canditi, i cedrini, ingredienti indispensabili in molti dolci tradizionali. La loro preparazione casalinga è un po’ lunga ma non difficile e la conservazione dei prodotti canditi in barattoli di latta è di qualche mese. Gli ingredienti sono: buccia di cedro gr. 700, zucchero gr. 700 e 500 gr. di acqua. Si deve lavare il cedro e tagliarlo a metà per rimuovere la pola centrale. Le bucce tagliate a striscioline devono quindi essere ammollate in acqua fredda per tre giorni avendo l’accortezza di cambiare l’acqua tre volte al giorno. Mettere le fettine di cedro in una pentola, aggiungere lo zucchero e l’acqua quindi portare ad ebollizione a fiamma bassissima avendo cura di girare le fettine per mantenerle coperte di sciroppo. Dopo 20 minuti spegnere il fuoco e lasciare assorbire bene lo zucchero, lasciar poi riposare anche un giorno intero. Le fettine devono risultare lucide e trasparenti. Una volta asciugate su di una gratella possono essere conservate anche per svariati mesi.

 Per porzione (gr 50). Kcal 93.50; Proteine 0.05 gr; Lipidi 0.10 gr (saturi 0.01 gr; monoinsaturi 0.02 gr; polinsaturi 0.02 gr); Carboidrati 24.70 gr; Fibra 1.65 gr.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.